Dreamtime Dance Magazine
I nostri Partners
Liberamente europa Baslini metalli spa Save spa world dance alliance Tamberlow snc - Siti web Piacere siciliano Al frantoio Erice

Dreamtime social Pagina facebook Viaggiatori dell'anima Canale Youtube Viaggiatori dell'anima
Editoriale
Dreamtimedancemagazine, redazione nata in una periferia milanese in cui abbiamo la nostra sede operativa. Siamo cresciuti come una redazione giovane, diversa e indipendente, per viaggiare nel mondo della danza e di molto altro, dal balletto al contemporaneo, dal teatrodanza al mixability. Un magazine edito dall'Associazione Culturale Vi.d.A., produttore del Festival Internazionale Dreamtime: danza senza limiti, che della Mixed Abilities Dance ha fatto la sua bandiera. Il magazine si avvale della collaborazione di affermati professionisti, nuove leve, sguardi molteplici sul complesso mondo della danza. Paola Banone, direttrice del festival Dreamtime, coordinatrice del magazine, ricercatrice, da tanti anni compie un lavoro mirato sul mixability e sulla relazione tra danza e sociale.
Direttore del magazine è Claudio Arrigoni, giornalista sportivo e commentatore dello sport paralimpico per Rai e Sky; testimonial dell'intera operazione è Anna Maria Prina, ex direttrice per 32 anni Scuola di ballo del Teatro alla Scala, personalità di spicco della danza italiana, coinvolta dal settembre 2011 nel lavoro con la Cie MixAbility Dreamtime.

07/02/2014
Recensioni-Teatro alla Scala

Spettacolo della Scuola di Ballo Accademia

Teatro alla Scala
-

Lo spettacolo del 3 febbraio scorso al Piermarini, in occasione dell'evento di beneficenza promosso dalla Fondazione EY Italia Onlus, ha visto in palcoscenico tre fra le più grandi scuole di ballo internazionali: le scuole di danza del Teatro alla Scala, dell'Opéra di Parigi e del teatro...

Salvina Elisa Cutuli

Leggi tutto l'articolo


06/02/2014
Vetrina-d'autore

1° parte - Vetrina d'Autore Teatro Oscar

Monica Cagnani e Corrado Giordani

Vi presentiamo la prima parte della Nuovo Vetrina d'Autore Teatro Oscar, sezione Danza, direzione artistica Monica Cagnani.
Ringraziamo Franco Covi per le riprese e il montaggio



Paola Banone

Leggi tutto l'articolo

04/02/2014
Interviste-Interviste

Rosanna Menazzi

Una campionessa friulana doc


Gabriella Moret incontra per DreamtimeDanceMagazine Rosanna Menazzi, membro della squadra Curling Club Claut, della Squadra Nazionale di Curling Wheelchair e due volte campionessa di Handbyke, presso lo Stadio Alceo della Valentina di Claut al termine della seconda giornata di Campionato 2013-2014.

Si ringraziano Gabriella Moret e Franco Covi per le riprese e il montaggio.



Gabriella Moret
04/02/2014
Danza e Disability-Pedagogia

WHEELCHAIR CURLING..e non solo!

Secondo giornata del Campionato in Friuli Venezia Giulia

--

Venerdì 25 e sabato 26 gennaio si sono disputate le partite della seconda giornata di Campionato di Wheelchair Curling, noto anche come Curling in carrozzina presso lo Stadio Alceo della Valentina di Claut. Sfida tra quattro squadre: il Curling Club Claut, squadra di casa che ha portato a casa tre vittorie su quattro partite giocate, l’H. Albatros, l’H. Trentino Curling e il C.C. 66 Cortina.

In che cosa consiste il gioco del Wheelchair Curling?
È la variante del curling riservata a persone con paralisi agli arti inferiori.
Due squadre di 4 giocatori ciascuna, obbligatoriamente miste per genere, seduti su carrozzine, fanno scivolare 8 pietre di granito levigato chiamate stonesdel peso di circa 20 kg e dotate di manico con il duplice obbiettivo di piazzare le proprie più vicino possibile al bersaglio chiamato house,disegnato a terra nella parte opposta della pista, e allontanare le stones avversarie. Durante il lancio, effettuato mediante un manico estensore che aggancia il manico della stone, un compagno può posizionarsi dietro alla carrozzina del lanciatore per assicurare meglio che questa non si muova.
Uno dei membri di ciascuna squadra ricopre il ruolo di skip. Si posiziona nella parte opposta alla zona di lancio, subito dopo l’house e, mediante l’uso di una scopa, la broom, fornisce al compagno di squadra indicazioni strategiche su direzione e forza da dare al lancio.
Degna di nota è pure la struttura che ci ha ospitati che, oltre alla pista di curling, è dotata di una pista per pattinaggio artistico e velocità. Inoltre, come ci ha raccontato il presidente del Curling Club Claut Fausto Pedergnana, ospita anche ragazzi con disabilità intellettiva provenienti da un centro diurno che due volte la settimana vengono accompagnati dagli operatori a fare sport sul ghiaccio.

L’ultima giornata del girone si terrà il 15 e 16 febbraio a Pinerolo. Sperando di avervi incuriositi a sufficienza vi lasciamo con l’augurio con il quale i giocatori di Curling aprono le loro partite:
BUON GIOCO A TUTTI!



Gabriella Moret